• LLL:fileadmin/templates/jugendsession.ch/Resources/Private/Language/it.locallang.xlf
  • Cerca
  • Media
  • Contatto

2014

Da sempre le tematiche riguardanti l'ecologia sono state a cuore ai partecipanti della Sessione dei giovani. Anche nel 2014 sono state stipulate due petizioni, una delle quali contro il «Food Waste»: i partecipanti hanno richiesto una maggiore sensibilizzazione sotto forma di una giornata d'azione nazionale, più informazioni sulla scadenza dei prodotti che possono essere consumati anche oltre la data di scadenza, e una statistica sugli sprechi alimentari in Svizzera.

Già un anno prima della «crisi migratoria», i giovani hanno discusso di come accogliere meglio i rifugiati. Avevano pro-posto di modificare il contratto di Dublino in modo da poter ripartire equamente i rifugiati tra gli stati che lo hanno sotto-scritto, prendendo in considerazione la densità della popolazione, la forza economica e le risorse disponibili di ogni paese.

Nell'ambito della «Petizione per l'attuazione» i giovani hanno richiesto una pari retribuzione per i lavoratori da realizzare anche con l'aiuto di sanzioni. Dopo 33 anni, una discriminazione tra i sessi del 23.6%, di cui l'8.7% rappresenta una «discriminazione di salario diretta», non è più tollerabile. È quindi arrivato il momento di introdurre anche delle sanzioni oltre ai controlli.

«Agire, significa anche votare, sempre dove è possibile, e specialmente in Svizzera! Nel cantone Glarona l'età di voto è fissata a 16 anni. Permettere ai 16enni di votare è un simbolo di fiducia nei loro confronti, significa che siamo disposti a dare loro responsabilità e che per loro è possibile assumersela.»
—Didier Burkhalter